La produzione delle fustelle  è composta da tre fasi che vengono realizzate con l’ausilio di macchine laser e piegatrici automatiche per ottenere un risultato preciso.

Fase uno: taglio della tavola.

La traccia di disegno 2D completo, viene riprodotto da una macchina da taglio laser che esegue una incisione da parte a parte, ottenendo una fessura di larghezza precisa, su una tavola di legno betulla multistrato spessore 18mm.

Fase due: sagomatura lame.

Con l’ausilio di piegatrici manuali e macchine multipiega automatiche, procediamo alla sagomatura delle lame da taglio bisellate, di acciaio speciale.
Le lame di altezza e spessore preciso, sagomate seguendo sempre la traccia originale, vengono inserite nelle rispettive fessure della tavola di legno componendo pezzo dopo pezzo tutto il perimetro tagliente della fustella.
Altre lame con profilo arrotondato, chiamate cordonatori, vengono inserite nelle fessure interne al perimetro. La funzione dei cordonatori è di procurare lo schiacciamento del cartone per facilitarne la piegatura.

Fase tre: gommatura.
Per garantire l’espulsione immediata dei fogli di cartone che vengono pressati sulla fustella ,applichiamo delle strisce di gomma di diverse densità sulla tavola, per coprire i fianchi delle lame taglienti in entrambe i lati.